“I romani deportano l’intera popolazione dei Liguri Apuani”

Ut Ligustinum bellum tandem componerent, Romani statuerunt deducere Ligures Apuanos ex montibus in loca campestria procul a domo, ne spes reditus esset. Cum Senatus traducere Ligures in Samnium statuisset, missi sunt ad eos duo consules cum exercitu ut mandata senatus perficerent. Consules edixerunt ut ii de montibus descenderent cum liberis coniugibusque omniaque sua secum ferrent. Ligures, ne cogerentur relinquere Penates, sedem, domos, maiorumque sepulcra, arma obsidesque promiserunt. Sed, cum nihil impetravissent neque vires et opes, ut bellum peragerent, haberent, edicto paruerunt. Traducti sunt publico sumptu quadraginta milia virorum cum feminis puerisque.

Affinchè preparassero la guerra “Ligustinum”, i romani decisero di condurre i liguri apuani dai monti ai luoghi campestri lontani da casa, affinchè non avessero la speranza di tornare. Avendo deciso il senato di trasportare i liguri nel Sannio, furono mandati a quelli due consoli con l’esercito per riferire i mandati del senato. I consoli dissero di allontanarsi dai monti con i figli e i coniugi, e di portare con loro tutte le cose. I liguri promisero, affinchè non pensassero di lasciare i penati, la sede, le case, i sepolcri degli antenati, armi e prigionieri. Ma non avendo ottenuto niente e non avendo nè uomini nè opere, per diffondere la guerra, si conformarono all’editto. Furono trasportati a spese pubbliche quarantamila uomini con donne e bambini.



2 thoughts on ““I romani deportano l’intera popolazione dei Liguri Apuani”

Comments are closed.